Legge sui lavoratori dello spettacolo

Prembolo: tale proposta di legge mira a sistemare il comparto dei lavoratori dello spettacolo (LS) sia dal punto di vista normativo, che economico.

1. E' istituito il Registro Nazionale dei Lavoratori dello Spettacolo (RNLS). Esso è diviso in sezioni corrispondenti al tipo di attività svolte e associa ad ogni iscritto un codice univoco. Aspetti da chiarire: necessaria una partita IVA o un suo corrispondente?

2. Ogni iscritto a RNLS è dotato di apposito registro in cui sono riportate le attività svolte in termini di data, durata, luogo e tipo di prestazione.

3. La retribuzione avviene su apposito modulo in possesso dell'ente dove viene svolta l'attività e acclusa al registro personale.

4. La retribuzione è su base oraria, basata su libera contrattazione ma non inferiore a 25€/h

5. L'accesso alla posizione di Lavoratore Intermittente dello Spettacolo (LIS) avviene quando il numero di prestazioni certificate è di 60/anno o 240 ore/anno.

6. Nel caso di LIS, il lavoratore percepirà dallo stato una retribuzione integrativa nei momenti di fermo proporzionale al numero di prestazioni certificate e non inferiore a 500€/mese. La retribuzione lorda corrisposta è stimabile in 500+100*g, dove g=giorni di lavoro/mese

7. E' libera scelta dell' LS di scegliere l'accantonamento di parte della retribuzione a fini pensionistici, o aderendo alle normative vigenti o con pensioni integrative.

8. gli enti, teatri, locali, tutti i luoghi o le persone che usufruiscono delle prestazioni dei LS sono obbligati a rispettare i punti precedenti, pena sanzioni amministrative commisurate alla quantità di violazioni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Print Friendly, PDF & Email